PASTA AL LIMONE

Immergere delle sottili striscioline di scorza di limone nell’acqua bollente per 2′. Spremere il succo di 1 limone e filtrarlo. Fondere il burro, unire metà delle scorze di limone e farle insapore un poco, quindi unire il succo di limone, la vodka e far evaporare. Versare il latte, salare e pepare. Cuocere a fuoco dolce per 5′. Cuocere la pasta al dente e condirla con la salsa, con le scorzette rimaste, con pepe e prezzemolo.

PASTA AL LIMONE
Print Recipe
PASTA AL LIMONE
Print Recipe
Gli Ingredienti
Porzioni:
Le Istruzioni
Recipe Notes

Immergere delle sottili striscioline di scorza di limone nell'acqua bollente per 2'. Spremere il succo di 1 limone e filtrarlo. Fondere il burro, unire metà delle scorze di limone e farle insapore un poco, quindi unire il succo di limone, la vodka e far evaporare. Versare il latte, salare e pepare. Cuocere a fuoco dolce per 5'. Cuocere la pasta al dente e condirla con la salsa, con le scorzette rimaste, con pepe e prezzemolo.

Condividi questa Ricetta
Powered byWP Ultimate Recipe

Passatelli in brodo

Ingredienti
In un recipiente mescolare 150gr di parmigiano, 200gr di pane grattugiato, poca noce moscata, ed infine unirvi 3 uova.
Preparazione
Impastare il tutto e passare con l’apposito stampo per passatelli o allo schiacciapatate,
versare i passatelli in 1,5lt di brodo in ebollizione, cuocere 5 minuti e servire.

Passatelli in brodo
Print Recipe
Passatelli in brodo
Print Recipe
Gli Ingredienti
Porzioni:
Le Istruzioni
Recipe Notes
Ingredienti
In un recipiente mescolare 150gr di parmigiano, 200gr di pane grattugiato, poca noce moscata, ed infine unirvi 3 uova.
Preparazione
Impastare il tutto e passare con l'apposito stampo per passatelli o allo schiacciapatate,
versare i passatelli in 1,5lt di brodo in ebollizione, cuocere 5 minuti e servire.

 

Condividi questa Ricetta
Powered byWP Ultimate Recipe

Gli antipasti regole e tipologie

GLI ANTIPASTI

Gli antipasti nella loro infinita varietà possono essere classificati in quattro gruppi principali:

1) antipasti grassi

2) \\ magri

3) \\ caldi

4) \\ freddi

Esiste poi una categoria a parte che raggruppa certe specialità gastronomiche piuttosto costose e nel loro insieme vengono definiti:

ANTIPASTI NOBILI

REGOLE PER IL LORO SERVIZIO:

In genere si servono per il lunch mai per il dinner, questo perché per il dinner non è possibile conciliare antipasti e minestre.

Laddove non sia servita la minestra si può servire eccezionalmente un antipasto caldo, ma non andrebbe mai servito un antipasto freddo, l’unica eccezione vale per gli antipasti nobili come le ostriche, il fois gras, il salmone affumicato, il caviale e l’aragosta, che saranno servite nella maniera opportuna facendo riferimento ai classici modi di proporli al cliente.

1) per antipasti grassi s’intendono quegli antipasti che hanno come ingredienti base carne, formaggi, uova in salsa, salumi e affettati, paté e mousses comunque tutti quegli antipasti che hanno un elevato contenuto calorico.

2) per antipasti magri s’intendono invece quelle preparazioni a base di pesci, crostacei e molluschi oppure verdure cotte o crude

3) gli antipasti caldi sono dei piatti leggeri di inizio pasto, se dovessero sostituire il primo vengono definiti “entrèes” se venissero serviti come entrèes dovranno avere maggiore consistenza.

Sono costituiti in genere con preparazioni a base di pasta sfoglia, tipo:
BOUCHèES, VOL AU VENTS, RISSOLES, SFOGLIATINE SACRESTANI.

POSSONO ESSERE COSTITUITI DA BIGNOLE DI VARIO TIPO (ALL’ACCIUGA, AL FORMAGGIO ECC) TARTELLETTE DI PASTA BRISèE FARCITE CON QUALCHE CREMA DI VARIO TIPO, CROCCHETTE DI VERDURE, DI PESCE O CROSTACEI, O DI CARNE PIZZETTE DI PASTA LIEVITATA, PICCOLI SOUFFLèS ECC.

4) gli antipasti freddi sono costituiti da preparazioni leggere che aprono il pasto nel caso in cui venissero serviti due antipasti uno caldo e uno freddo, quest’ultimo è sempre servito per primo

Possono essere costituiti da insalate di vario tipo, tartine, mousse in gelatina, verdure fredde in insalata o in gelatina, verdure farcite fredde, ecc.

Anche gli antipasti nobili sono in genere serviti freddi.

PAPPARDELLE DELL’AMIATA

PAPPARDELLE DELL'AMIATA
Print Recipe
PAPPARDELLE DELL'AMIATA
Print Recipe
Recipe Notes

Privare i funghi della parte terrosa, lavarli rapidamente sotto acqua corrente, asciougarli ed affettarli; spuntare le zucchine e tagliarle a rondelle.

In una padella scaldare abbondante olio, senza portarlo ad ebollizione, e farvi friggere separatamente i funghi e le zucchine; scolarli sulla carta assorbente.

Far scottare i pomodori in acqua bollente, pelarli, privarli dei semi e passarli. Sbucciare l'aglio e schiacciarlo leggermente; lavare il prezzemolo e la mentuccia e tritarli finemente.

In un tegame con l'olio mettere l'aglio e un poco di prezzemolo e farli appassire senza lasciarli colorire, unire i pomodori, sale e pepe e continuare la cottura per 15 minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungere i funghi e le zucchine fritti e farli insaporire per altri 10 minuti; cospargerli infine con il prezzemolo e la mentuccia rimasti.

Nel frattempo cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata. Scolarle al dente e condirle con la salsa preparata.

Condividi questa Ricetta
 
Powered byWP Ultimate Recipe